QUESTO SITO UTILIZZA ALCUNI 'COOKIE': VUOI SAPERNE DI PIU'?   

Nota Tecnica del 2 marzo 2018

È disponibile la Nota Tecnica del 2 marzo 2018.

Nota Tecnica del 2 marzo 2018

Le indicazioni riportate nella seguente nota tecnica fanno riferimento alle disposizioni contenute nei Disciplinari di Produzione Integrata della Regione Emilia-Romagna.


Attenersi scrupolosamente a tutte le indicazioni riportate sulle etichette dei prodotti fitosanitari (dosaggi ad ettolitro, dosaggi ad ettaro, quantità di miscela distribuibile per ettaro, intervalli fra i vari trattamenti, epoche di intervento, ecc.).


N.B. In questo periodo gli interventi fitosanitari vanno eseguiti nelle ore più calde della giornata.


??????CILIEGIO

CORINEO. Ad ingrossamento gemme intervenire con Ziramit 76 WG dose 200-450 g/hl e max 3 kg/ha (p.a. Ziram, max 1 tratt./anno) oppure con Thianosan 80 WG dose 500 g/hl e 3 kg/ha (p.a. Tiram, max 2 tratt./anno tra Thiram e Ziram).

 

??????PESCO

BOLLA e CORINEO. Al raggiungimento della fase fenologica di rottura gemma a legno-punte verdi, in previsione di pioggia o in caso di nebbie persistenti, intervenire con Merpan 80 WDG dose 300 g/hl e max 4,5 kg/ha (p.a. Captano, max 4 tratt./anno tra Ziram e Captano). Per chi avesse già eseguito la difesa 10-15 giorni fa, è consigliabile ripetere il trattamento alla fine di questo periodo perturbato e dopo le gelate previste sempre con Merpan 80 WDG dose 300 g/hl e max 4,5 kg/ha (p.a. Captano, max 4 tratt./anno tra Ziram e Captano) . In alternativa è possibile utilizzare Syllit 355 SC dose 230 cc/hl e max 2,5 kg/ha (p.a. Dodina, persistenza di 7-8 giorni, non miscelabile con olio minerale).

BATTERIOSI. Sulle varietà sensibili, per chi avesse già eseguito la difesa 10-15 giorni fa, è consigliabile ripetere il trattamento alla fine di questo periodo perturbato e dopo le gelate impiegando Selecta Disperss dose 100-200 g/hl e 1-2 kg/ha.

 

??????ALBICOCCO

CORINEO. In pre-fioritura intervenire con Thianosan 80 WG dose 500 g/hl e 3 kg/ha (p.a. Tiram, max 2 tratt./anno).

BATTERIOSI. Sulle varietà che si trovano nella fase fenologica non oltre bottone rosa, per chi avesse già eseguito la difesa 10-15 giorni fa, è consigliabile ripetere il trattamento alla fine di questo periodo perturbato e dopo le gelate impiegando Selecta Disperss dose 100-200 g/hl e 1-2 kg/ha.

CONTARINIA PRUNIFLORUM. Per questa avversità, l'eventuale difesa sarà da eseguire alla fase fenologica di 1/3 di corolla visibile. Il trattamento è consigliato nelle aziende che hanno riscontrato dei danni nella precedente campagna e dove sono state rilevate delle catture. Pertanto, si consiglia alle aziende a rischio di contattare il proprio tecnico di riferimento. Un intervento effettuato contro AFIDI con Epik SL dose 130-200 ml/hl e 2 litri/ha (p.a. Acetamiprid, max 1 tratt./anno) ha attività anche nei confronti della Contarinia.

FITOPLASMI. Le piante che all'interno del frutteto presentano un anormale anticipo delle fasi fenologiche sono, con ogni probabilità, colpite da questi agenti patogeni e pertanto, onde evitare un contagio ed un allargamento della malattia, devono essere eliminate.

 

??????SUSINO CINO-GIAPPONESE

COCCINIGLIA GRIGIA. Da rottura gemme a pre-fioritura trattare con Lascar o Promex dose 500 ml/ha (p.a. Pyriproxifen, max 1 tratt./anno in pre-fioritura) aggiungendo Vernoil o Ovipron Top dose 2,5 litri/hl (p.a. Olio minerale).

FITOPLASMI. Le piante che all''interno del frutteto presentano un anormale anticipo delle fasi fenologiche sono, con ogni probabilità, colpite da questi agenti patogeni e pertanto, onde evitare un contagio ed un allargamento della malattia, devono essere eliminate.

 

??SUSINO EUROPEO

BATTERIOSI e CORINEO. Ad ingrossamento gemme, intervenire con Poltiglia Manica 20 PB Green oppure Poltiglia Disperss dose 600 g/hl (p.a. Solfato di rame al 20%). Per tutti i prodotti a base di rame: max 6 kg di sostanza attiva rame/ha/anno.

FITOPLASMI. Le piante che all''interno del frutteto presentano un anormale anticipo delle fasi fenologiche sono, con ogni probabilità, colpite da questi agenti patogeni e pertanto, onde evitare un contagio ed un allargamento della malattia, devono essere eliminate.

 

??????ACTINIDIA

CANCRO BATTERICO (Pseudomonas syringae p.v. Actinidiae). La difesa chimica, basata sull'impiego di prodotti contenenti rame metallo sotto forma di solfato (poltiglie bordolesi), contribuisce a contenere la diffusione della malattia. Intervenire dopo la potatura secca o (entro 24-36 ore) o nel caso di presenza di essudati batterici con i prodotti sopracitati alle dosi di etichetta (fare attenzione che il prodotto scelto sia autorizzato contro questa avversità). Per tutti i prodotti a base di rame: max 6 kg di sostanza attiva rame/ha/anno.

 

Scaricare il documento allegato per visualizzare una versione stampabile.


File/Nota Tecnica/nota tecnica 2 marzo 2018.pdf
Scarica allegato


Le società del gruppo

Valid XHTML 1.0 Strict Valid CSS! RSS Evoluzioni Web