QUESTO SITO UTILIZZA ALCUNI 'COOKIE': VUOI SAPERNE DI PIU'?   

Nota Tecnica del 16 giugno 2017

È disponibile la Nota Tecnica del 16 giugno 2017.

Nota Tecnica del 16 giugno 2017

Le indicazioni riportate nella seguente nota tecnica fanno riferimento alle disposizioni contenute nei Disciplinari di Produzione Integrata della Regione Emilia-Romagna.


Attenersi scrupolosamente a tutte le indicazioni riportate sulle etichette dei prodotti fitosanitari (dosaggi ad ettolitro, dosaggi ad ettaro, quantità di miscela distribuibile per ettaro, intervalli fra i vari trattamenti, epoche di intervento, ecc.).


 

??CIMICE ASIATICA (Halyomorpha halys). SI CONSIGLIA DI MONITORARE ATTENTAMENTE TUTTI I FRUTTETI E ANCHE LE COLTURE ESTENSIVE E, IN CASO DI PRESENZA, CONTATTARE IMMEDIATAMENTE IL PROPRIO TECNICO DI RIFERIMENTO PER METTERE A PUNTO UNA DIFESA MIRATA.

 

??CILIEGIO

MONILIA. Trattare in pre-raccolta, osservando i tempi di carenza, con Dedalus 25 WDG dose 50-75 g/hl e max 1,125 kg/ha (p.a. Tebuconazolo, max 2 tratt./anno, max 3 tratt./anno con IBE, 7 gg. di carenza) oppure con Simitar Evo dose 3 litri/ha (p.a. Fenbuconazolo, max 3 tratt./anno con IBE, 5 gg. di carenza) oppure con Switch dose 60 g/hl e 800-1000 g/ha (p.a. Fludioxinil + Ciprodinil, max 1 tratt./anno, 7 gg. di carenza) oppure con Bellis Drupacee dose 60-75 g/hl e 0,6-0,75 kg/ha (p.a. Boscalid + Piraclostrobin, max 2 tratt./anno, 3 gg. di carenza).

MOSCERINO DEI PICCOLI FRUTTI (Drosophila suzukii). Controllare i frutteti e, in caso di presenza, contattare il tecnico di riferimento. Trattare con Decis Evo dose 30-50 ml/hl e 0,3-0,7 litri/ha (p.a. Deltametrina, max 1 tratt./anno in pre-raccolta, 7 gg. di carenza). Alcuni principi attivi come Spinosad o Acetamiprid, utilizzati contro altre avversità, hanno un'azione collaterale contro la Drosophila. È stata, inoltre, concessa deroga territoriale per l'uso di Exirel 2017 dose 75 ml/hl e 0,750-1,125 litri/ha (p.a. Cyantraniliprole, max 2 tratt./anno, 7 gg. di carenza).

MOSCA. In caso di presenza, trattare all'invaiatura con Actara 25 WG dose 30-40 g/hl e 300-450 g/ha (p.a. Thiametoxan, max 1 tratt./anno, 7 gg. di carenza) oppure Epik SL dose 130-200 ml/hl e max 2 litri/ha (p.a. Acetamiprid, max 2 tratt./anno, 14 gg. di carenza). N.B. Con neonicotinoidi max 2 tratt./anno; entrambi i prodotti sono attivi nei confronti di AFIDE NERO (intervenire al superamento della soglia del 3% di organi infestati).

CIDIA MOLESTA. Trattare, in caso di presenza, con Laser o Spintor dose 20-30 ml/hl (p.a. Spinosad, max 3 tratt./anno di cui max 2 consecutivi, 7 gg. di carenza), attivo anche contro DROSOPHILA SUZUKII.

CILINDROSPORIOSI. In caso di presenza intervenire dopo la raccolta con Syllit 355 SC dose 125-150 ml/hl e 1,9 litri/ha (p.a. Dodina).

 

??PESCO

CIMICE ASIATICA. Sono state rilevate le prime presenze e i relativi danni su frutti. Nel caso di accertata presenza, interventi in funzione AFIDE VERDE o NERO con Epik SL dose 130-200 ml/hl e max 2 litri/ha (p.a. Acetamiprid, max 2 tratt./anno tra Acetamiprid e Imidacloprid, 14 gg. di carenza) sono i maggiormente attivi contro questo insetto.

MONILIA. A partire dalla varietà Big Top eseguire 2 trattamenti con Dedalus 25 WDG dose 50-75 g/hl e max 1,125 kg/ha (p.a. Tebuconazolo, max 2 tratt./anno e max 4 tratt./anno con IBE, 7 gg. di carenza) oppure con Luna Experience dose 40-50 ml/hl e 0,6-0,75 litri/ha (p.a. Fluopyram + Tebuconazolo, max 2 tratt./anno, con Tebuconazolo max 2 tratt./anno, con IBE max 4 tratt./anno, 3 gg di carenza) oppure con Bellis Drupacee dose 60-75 g/hl e 0,6-0,75 kg/ha (p.a. Boscalid + Piraclostrobin, max 3 tratt./anno, con strobilurine max 3 tratt./anno, 3 gg. di carenza) oppure con Flint Max dose 20 g/hl e 300 g/ha (p.a. Trifloxistrobin + Tebuconazolo, max 2 tratt./anno, con Tebuconazolo max 2 tratt./anno, con strobilurine max 3 tratt./anno, con IBE max 4 tratt./anno, 7 gg di carenza) oppure con Prolectus 50 WG dose 80-120 g/hl e 0,8-1,2 kg/ha (p.a. Fenpyrazamine, max 2 tratt./anno, 3 gg di carenza). N.B. Per questa avversità sono consentiti al massimo 4 trattamenti complessivi all'anno.

BATTERIOSI. Intervenire nei frutteti infetti e nelle varietà sensibili ad intervalli di 10-15 giorni in relazione a periodi umidi e piovosi con Selecta Disperss dose 100-150 g/hl e 0,8-1 kg/ha (p.a. Solfato di rame, max 4 tratt./anno in vegetazione e max 6 kg di sostanza attiva/anno). Usare da solo e mantenere una distanza di almeno una settimana da concimi fogliari. Trattare su pianta asciutta evitando il gocciolamento (volume di acqua 600-800 litri/ha).

MIRIDI e CIMICI. Trattare, in caso di presenza, con Trebon Up dose 50 ml/hl (p.a. Etofenprox, max 2 tratt./anno, 7 gg. di carenza), attivo anche contro CIDIA MOLESTA, ANARSIA e TRIPIDE ESTIVO.

CIDIA MOLESTA. Si consiglia di trattare 4 giorni dopo il superamento della soglia di 10 catture per trappola per settimana con Affirm dose 300 g/hl (p.a. Emamectina, max 2 tratt./anno, 7 gg. di carenza) attivo anche contro LITOCOLLETE e ANARSIA. Controllare le trappole frequentemente.

ANARSIA. L'eventuale intervento è da posizionare 6-8 giorni dopo il superamento della soglia di 7 catture per trappola per settimana o 10 catture in due settimane impiegando Spintor o Laser dose 30 ml/hl (p.a. Spinosad, max 3 tratt./anno, 7 gg. di carenza) oppure Steward dose 16,5 g/hl e max 198 g/ha (p.a. Indoxacarb, max 2 tratt./anno, 14 gg. di carenza); questi ultimi due prodotti sono attivi anche su FORFICULE con interventi notturni. Spintor o Laser sono attivi anche contro TRIPIDE ESTIVO.

COCCINIGLIE COTONOSE. Controllare il frutteto e, in caso di presenza, verificare la comparsa di ovisacchi e neanidi e contattare il proprio tecnico di riferimento.

AFIDI. Intervenire in caso di reinfestazione al superamento della soglia del 10% di germogli infestati con Movento 48 SC dose 250 ml/hl e 2,75-3,75 litri/ha (p.a. Spirotetramat, max 1 tratt./anno, 21 gg. di carenza). Questo intervento ha attività collaterale anche nei confronti di COCCINIGLIE COTONOSE (Pseudococcus comstocki).

RAGNETTO ROSSO. Sono stati segnalati alcuni casi. Negli impianti colpiti, al superamento della soglia del 60% di foglie colpite, intervenire con Nexter dose 50-75 ml/hl e 1 litro/ha (p.a. Pyridaben, 14 gg. di carenza) oppure Vertimec Pro dose 75-100 ml/hl pari a 0,75-1,25 litri/ha (p.a. Abamectina, 14 gg. di carenza) oppure con Masai 20 WP dose 50 g/hl (p.a. Tebufenpirad, 14 gg. di carenza) oppure Kanemite dose 120 ml/hl e 1,8 litri/ha (p.a. Acequinocyl, 14 gg. di carenza, consigliata l'acidificazione). N.B. Al massimo 1 intervento acaricida/anno.

 

??ALBICOCCO

ANARSIA. L'eventuale intervento è da posizionare 6-8 giorni dopo il superamento della soglia di 7 catture per trappola per settimana o 10 catture in due settimane impiegando Trebon Up dose 50 ml/hl (p.a. Etofenprox, max 1 tratt./anno, 7 gg. di carenza) oppure Spintor o Laser dose 30 ml/hl (p.a. Spinosad, max 3 tratt./anno, 7 gg. di carenza) oppure Steward dose 16,5 g/hl e max 198 g/ha (p.a. Indoxacarb, max 2 tratt./anno, 14 gg. di carenza); questi ultimi due prodotti sono attivi anche su FORFICULE con interventi notturni.

FORFICULE. Nel caso di danni nell'anno precedente distribuire Centurio dose 10-20 kg/ha (esca granulare a base di Clorpirifos). Contattare il tecnico di riferimento per definire la tempistica e modalità di applicazione.

 

??SUSINO

CIDIA FUNEBRANA. Intervenire 5-6 giorni dopo il superamento della soglia di 10 catture per trappola e per settimana con Laser o Spintor dose 20-30 ml/hl e min 0,3 litri/ha (p.a. Spinosad, max 3 tratt./anno e max 2 consecutivi), efficace anche contro EULIA, oppure con Spada WDG dose 319 g/hl e max 3,190 kg/ha (p.a. Fosmet, max 2 tratt./anno) oppure con Calypso dose 25 ml/hl e 0,375 litri/ha (p.a. Thiacloprid, max 1 tratt./anno, 14 gg. di carenza), attività collaterale su CIMICE ASIATICA, LITOCOLLETE e AFIDI oppure con Trebon Up dose 50 ml/hl (p.a. Etofenprox, max 2 tratt./anno, 7 gg. di carenza, attivo anche nei confronti di METCALFA, CICALINE e CIMICE VERDE).

AFIDI. Intervenire in caso di reinfestazione al superamento della soglia del 10% di germogli infestati con Teppeki dose 140 g/ha (p.a. Flonicamid, max 1 tratt./anno, 35 gg. di carenza). Anche eventuali interventi con Movento 48 SC dose 250 ml/hl e 2,5-3,75 litri/ha (p.a. Spirotetramat, max 1 tratt./anno, 21 gg. di carenza) eseguiti in funzione COCCINIGLIA GRIGIA sono attivi contro questa avversità.

EULIA. È in atto il volo degli adulti della seconda generazione. Alcuni prodotti impiegati contro CIDIA FUNEBRANA sono efficaci anche contro questo insetto fitofago.

METCALFA. In caso di presenza contattare il tecnico di riferimento. Fare attenzione: si stanno registrando infestazioni in diversi impianti. Etofenprox e Fosmet impiegati contro CIDIA FUNEBRANA sono attivi anche contro questa avversità.

MONILIA. Nella fase di pre-raccolta intervenire con Dedalus 25 WDG dose 50-75 g/hl e max 1,125 kg/ha (p.a. Tebuconazolo, max 2 tratt./anno e max 4 tratt./anno con IBE, 7 gg. di carenza) oppure con Bellis Drupacee dose 60-75 g/hl e 0,6-0,75 kg/ha (p.a. Boscalid + Piraclostrobin, max 3 tratt./anno, con strobilurine max 3 tratt./anno, 3 gg. di carenza) oppure con Flint Max dose 20 g/hl e 300 g/ha (p.a. Trifloxistrobin + Tebuconazolo, max 2 tratt./anno, con Tebuconazolo max 2 tratt./anno, con strobilurine max 3 tratt./anno, con IBE max 4 tratt./anno, 7 gg. di carenza).

 

??PERO

CIMICE ASIATICA. Sono state rilevate le prime presenze e i relativi danni su frutti. All'innalzarsi delle temperature trattare solo il perimetro dell'appezzamento con Reldan 22 o Pyrinex M 22 dose 200 ml/hl e max 4 litri/ha (p.a. Clorpirifos metile, max 1 tratt./anno, 21 gg. di carenza, max 4 tra Clorpirifos etile, Fosmet e Clorpirifos metile). Per chiarire la tecnica di esecuzione del trattamento contattare il tecnico di riferimento. Nel caso di accertata presenza, interventi con Epik SL dose 130-200 ml/hl e max 2 litri/ha (p.a. Acetamiprid, max 2 tratt./anno, 14 gg. di carenza) sono i maggiormente attivi contro questo insetto.

TICCHIOLATURA. Il volo delle ascospore è terminato. Intervenire, in presenza di macchie, mantenendo coperta la vegetazione con Merpan 80 WDG dose 2 kg/ha (p.a. Captano, max 6 tratt./anno, 21 gg. di carenza; con Captano fare attenzione alla fitotossicità: distanziarne l'eventuale impiego di almeno 21 giorni dall'impiego di oli minerali e zolfo; non miscelare con Poltiglie Bordolesi e prodotti in formulazione EC) attivo anche su MACULATURA BRUNA.

MACULATURA BRUNA. Eseguire la difesa con Merpan 80 WDG dose 2 kg/ha (p.a. Captano, max 6 tratt./anno, 21 gg. di carenza; con Captano fare attenzione alla fitotossicità: distanziarne l'eventuale impiego di almeno 21 giorni dall'impiego di oli minerali e zolfo; non miscelare con Poltiglie Bordolesi e prodotti in formulazione EC) oppure con Thianosan WG dose 180 g/hl e max 2,16 kg/ha (p.a. Tiram, max 8 tratt./anno) oppure, in casi di condizioni particolamente pericolose (aziende con alto potenziale di inoculo, elevata umidità o pioggia con temperature calde) con Luna Experience dose 50 ml/hl e 0,75 litri/ha (p.a. Fluopyram + Tebuconazolo, max 2 tratt./anno, con Tebuconazolo max 2 tratt./anno, max 4 tratt./anno tra Fontelis, Luna Experience e Cantus/Bellis applicati in 2 blocchi divisi da un intervallo con 3 prodotti a diverso meccanismo d'azione, 14 gg di carenza).

COLPO DI FUOCO BATTERICO. Eliminare le fioriture secondarie. Intervenire negli appezzamenti a rischio entro 24 ore dalla pioggia o grandine con Poltiglia Disperss dose 200-250 g/hl (p.a. Rame solfato, distanziare di almeno 10 giorni da prodotti a base di Tiram e 5 giorni da Foseti Al e valutare l'eventuale fitotossicità su cv. a buccia liscia).

ERIOFIDE VESCICOLOSO. In caso di presenza contattare il proprio tecnico di riferimento.

CARPOCAPSA. Intervenire 4-5 giorni dopo il superamento della soglia di 2 adulti per trappola in una o due settimane con Spada WDG dose 319 g/hl e max 3,19 kg/ha (p.a. Fosmet, max 2 tratt./anno e max 5 tratt./anno fra Clorpirifos Etil, Clorpirifos Metil e Fosmet, acidificare l'acqua) oppure con Laser o Spintor dose 30 ml/hl (p.a. Spinosad, max 3 tratt./anno, 7 gg. di carenza) oppure con Affirm dose 300 g/hl e 4 kg/ha (p.a. Emamectina, max 2 tratt./anno, 7 gg. di carenza).

PSILLA. In presenza di melata con una modesta presenza di uova gialle - neanidi intervenire con lavaggi eventualmente seguiti da Cal-Ex 1,9 EW dose 100 ml/hl e 1-1,2 litri/ha (p.a. Abamectina, max 2 tratt./anno, 3 gg di carenza) aggiungendo Evohl dose 500 ml/hl (estratto organico di origine vegetale) come bagnante. L'eventuale intervento e la tempistica vanno valutati a seconda della situazione. ATTENZIONE: Nel caso si distribuisse olio minerale anziché Evohl, si consiglia di distanziare questa eventuale applicazione di almeno 3 settimane dall'uso eventuale di Nando Maxi o Captano.

BRUSONE - RAGNETTO ROSSO. Con temperature superiori ai 28°C, su Williams, Conference e Kaiser, con presenza di ragnetto rosso (come previsto dalla soglia) intervenire con Masai 20 WP dose 60 g/hl (p.a. Tebufenpirad, 28 gg. di carenza) oppure Kanemite dose 120 ml/hl e 1,8 litri/ha (p.a. Acequinocyl, 30 gg. di carenza, consigliata l'acidificazione) oppure Nexter dose 50-75 ml/hl e 1 litro/ha (p.a. Pyridaben, 14 gg. di carenza). Questo intervento va posizionato comunque 15-20 giorni dopo un eventuale intervento con Cal-Ex effettuato in precedenza contro PSILLA. N.B. Per questa avversità è consentito al massimo 1 intervento all'anno.

EULIA. Il modello prevede la presenza delle prime larve. Trattare dopo il superamento della soglia cumulativa di 50 adulti per trappola da inizio volo con Steward dose 16,5 g/hl (p.a. Indoxacarb, 7 gg. di carenza) oppure con Laser o Spintor dose 30 ml/hl (p.a. Spinosad, max 3 tratt./anno e max 2 tratt. consecutivi, 7 gg. di carenza).

METCALFA. In caso di presenza contattare il tecnico di riferimento.

ZEUZERA. Dove non è stata installata la confusione sessuale intervenire tra la terza e la quarta settimana dall'inizio del volo con Alsystin dose 25 ml/hl e 0,25 0,375 litri/ha (p.a. Triflumuron, max 2 tratt./anno e max 4 tra Triflumuron, Diflubenzuron, Metoxifenozide e Tebufenozide).

 

??MELO

TICCHIOLATURA. Non si registrano più voli ascosporici. In assenza di macchie non sarà più necessario intervenire. Negli impianti colpiti mantenere la copertura con Merpan 80 WDG dose 2 kg/ha (p.a. Captano, max 12 tratt./anno tra Dithianon e Captano, max 14 tratt./anno su cv. raccolte da Golden in poi; con Captano fare attenzione alla fitotossicità: distanziarne l'eventuale impiego di almeno 21 giorni dall'impiego di oli minerali e zolfo; non miscelare con Poltiglie Bordolesi e prodotti in formulazione EC). Intervenire possibilmente in preventivo sulle piogge.

OIDIO. Sulle varietà più sensibili (es. Granny Smith, Modì, Pink, gruppo Imperatore) e nei meleti dove sia presente la malattia trattare con Cidely dose 30-50 ml/hl e 500 ml/ha (p.a. Cyflufenamid, max 2 tratt./anno) oppure con Nimrod 250 EW dose 60 ml/hl (p.a. Bupirimate, non miscelabile con fosfiti).

AFIDE LANIGERO. In caso di presenza (la soglia di intervento è 10 colonie vitali su 100 organi) intervenire con Pirimor 17.5 dose 150-200 g/hl e 2,2 kg/ha (p.a. Pirimicarb, max 1 tratt./anno, 7 gg. di carenza) oppure con Movento 48 SC dose 300 ml/hl e 4,5 litri/ha (p.a. Spirotetramat, max 1 tratt./anno, 21 gg. di carenza) attivo anche nei confronti di AFIDE GRIGIO e VERDE.

BUTTERATURA AMARA. Trattare con Neobit dose 800 g/hl (cloruro di calcio) per continuare fino alla raccolta ad intervalli di 10-15 giorni. Non miscibile con fungicidi ed insetticidi.

CARPOCAPSA. Intervenire 4-5 giorni dopo il superamento della soglia di 2 adulti per trappola in una o due settimane con Spada WDG dose 319 g/hl e max 3,19 kg/ha (p.a. Fosmet, max 2 tratt./anno e max 5 tratt./anno fra Clorpirifos Etil, Clorpirifos Metil e Fosmet, acidificare l'acqua) oppure con Laser o Spintor dose 30 ml/hl (p.a. Spinosad, max 3 tratt./anno, 7 gg. di carenza) oppure con Affirm dose 300 g/hl e 4 kg/ha (p.a. Emamectina, max 2 tratt./anno, 7 gg. di carenza).

ZEUZERA. Dove non è stata installata la confusione sessuale intervenire tra la terza e la quarta settimana dall'inizio del volo con Alsystin dose 25 ml/hl e 0,25 0,375 litri/ha (p.a. Triflumuron, max 2 tratt./anno e max 4 tra Triflumuron, Diflubenzuron, Metoxifenozide e Tebufenozide).

EULIA. Il modello prevede la presenza delle prime larve. Trattare dopo il superamento della soglia cumulativa di 50 adulti per trappola da inizio volo con Steward dose 16,5 g/hl (p.a. Indoxacarb, 7 gg. di carenza) oppure con Laser o Spintor dose 30 ml/hl (p.a. Spinosad, max 3 tratt./anno e max 2 tratt. consecutivi, 7 gg. di carenza).

 

??VITE

PERONOSPORA. In assenza di macchie proseguire la difesa, in previsione di piogge, impiegando Polyram DF dose 1,5-2,6 kg/ha (p.a. Metiram, max 3 tratt./anno) o Vondozeb DG dose 200 g/hl e max 2,1 kg/ha (p.a. Mancozeb, max 3 tratt./anno) applicati in preventivo sulle piogge. N.B. Tra Mancozeb, Folpet, Dithianon e Fluazinam sono ammessi max 4 tratt./anno. In alternativa, intervenire con Enervin Top dose 2,5 kg/ha (p.a. Ametoctradin + Metiram, max 3 tratt./anno; persistenza di 8-10 giorni a seconda dell'andamento stagionale e stop oltre il 30/06). In assenza di piogge mantenere comunque una copertura di 7-10 giorni a seconda del prodotto utilizzato. Nei casi in cui sia intervenuta una pioggia infettante su vegetazione non preventivamente protetta, intervenire entro 1-2 giorni dall'evento infettante aggiungendo al prodotto di copertura Quantum dose 50 g/hl e max 0,5 kg/ha (p.a. Dimetomorf, max 4 tratt./anno). N.B. Dal 15 giugno in poi non impiegare più la sostanza attiva Folpet (prodotti commerciali Folder, Folpan, ecc.) nella lotta alla Peronospora.

OIDIO. Trattare, in miscela con l'antiperonosporico, con Vivando dose 20-25 ml/hl (p.a. Metrafenone, max 3 tratt./anno) oppure con Cidely dose 50 cc/hl (p.a. Cyflufenamide, max 2 tratt./anno) oppure, in assenza di danni nel corso dell'annata precedente, con Tiovit Jet oppure Microthiol Disperss dose 500 g/hl (p.a. Zolfo, 5-7 giorni di persistenza).

BOTRITE. Intervenire nella fase di mignolatura con Cantus dose 1,2 kg/ha (p.a. Boscalid, max 1 tratt./anno da etichetta, 28 gg. di carenza) con attività completa anche su OIDIO.

RAGNETTO GIALLO. Intervenire al superamento della soglia di 30-45% di foglie infestate con Vertimec 1,9 EC dose 75 ml/hl (p.a. Abamectina) oppure con Masai 20 WP dose 50 g/hl (p.a. Tebufenpirad). N.B. Al massimo 1 intervento acaricida/anno.

COCCINIGLIE COTONOSE. Nei vigneti con presenza accertata nello scorso anno intervenire con Movento 48 SC dose 150-200 ml/hl e comunque 1,5 litri/ha (max 2 tratt./anno e alternativo a Clorpirifos metile, 14 gg. di carenza).

TIGNOLETTA. Il buon risultato della difesa sulla seconda generazione è strettamente correlato alla giusta tempistica nell'applicazione dei trattamenti che è possibile verificare col monitoraggio dei voli in azienda. Il secondo volo degli adulti in diverse aziende al momento è partito. Intervenire al 5% di grappoli con uova, ad inizio ovideposizione, indicativamente 5-7 giorni dopo l'inizio delle catture consistenti con Coragen dose 200 ml/ha (p.a. Clorantraniliprole, max 1 tratt./anno, 30 gg. di carenza) oppure al rilevamento delle prime uova a testa nera con Laser o Spintor dose 20 ml/hl (p.a. Spinosad, max 3 tratt./anno, 15 gg. di carenza) oppure Affirm dose 150 g/hl e comunque 1,5 kg/ha (p.a. Emamectina, max 2 tratt./anno, 7 gg. di carenza). Si consiglia, comunque, di monitorare la durata del volo per posizionare un eventuale secondo intervento. Allo scopo di mettere in atto preventive misure di antiresistenza si consiglia di non ripetere durante la stessa annata lo stesso principio attivo e almeno alternare ogni anno l'uso dei prodotti larvicidi (Spinosad e Emamectina).


Allo scopo di ottimizzare l'efficienza della prossima difesa contro la TIGNOLETTA e la BOTRITE è molto importante eseguire opportune operazioni di potatura verde finalizzate a scoprire i grappoli dalla vegetazione. In questo modo, inoltre, si creerà un ambiente meno favorevole all'insediamento di marciumi. Contattare il tecnico di riferimento per eventuali chiarimenti.


SCAFOIDEO. Nel 2017 nelle aree viticole della provincia di Ravenna, dovranno essere effettuati interventi insetticidi obbligatori contro lo scafoideo, come indicato nella Determinazione del Servizio fitosanitario regionale n. 8072/2016.

Sono obbligatori 2 trattamenti:

- nelle aziende focolaio e nelle zone focolaio:

1. “ZONA FOCOLAIO”: area vitata presente nei comuni di Brisighella e Faenza, compresa nel territorio a Est del torrente Samoggia, a Sud delle strade comunali n. 6 (Via del Passo), n. 7 (Via S. Mamante) e n. 8 (Via Pozzo) e a Ovest del Rio Cosina.

2. “ZONA FOCOLAIO”: area vitata presente nei comuni di Alfonsine, Conselice e Lugo, compresa nel territorio a Nord della Via Provinciale Maiano, a Est della Via Fiumazzo, a Nord della Via Stradone S. Bernardino e a Nord della Via della Fortuna, fino al confine con il comune di Conselice.

- nel comune di Castel Bolognese.

È obbligatorio 1 trattamento nei comuni di Bagnacavallo, Bagnara di Romagna, Brisighella, Casola Valsenio, Cotignola, Faenza, Fusignano, Lugo, Massa Lombarda, Riolo Terme, Russi, Sant'Agata sul Santerno, Solarolo della provincia di Ravenna.

Nei Comuni di CERVIA e RAVENNA: Non sono previsti interventi obbligatori.

Qualora si riscontri una presenza rilevante di scafoideo è consigliabile anche un secondo intervento.

Nelle aziende viticole a conduzione biologica delle suddette aree è obbligatoria l'esecuzione di almeno 2 trattamenti insetticidi.

La lotta obbligatoria contro Scaphoideus titanus dovrà essere attuata secondo le modalità stabilite dalla sopra richiamata Determinazione a partire dal 10 giugno 2017 e comunque non prima della completa sfioritura della vite e dopo avere sfalciato le eventuali erbe spontanee fiorite sottostanti la coltura; il primo trattamento dovrà comunque essere realizzato entro e non oltre il 10 luglio 2017. Nei vigneti in cui vi è l'obbligo di eseguire 2 trattamenti, questi dovranno comunque essere effettuati nel periodo compreso fra il 10 giugno ed il 31 luglio 2017.

Nella successiva tabella è riportato l'elenco degli insetticidi impiegabili sulla vite per la lotta allo Scaphoideus titanus nella quale sono evidenziati esclusivamente:

  • i prodotti raccomandati dal Servizio Fitosanitario ed ammessi in produzione integrata ai sensi degli specifici provvedimenti normativi (Reg UE 1305/13 (PSR 2014-2020) - Reg. CE 1698/2005 (PSR 2007-2013), Reg. CE 1308/2013 (OCM) - L.R. 28/99 Q.C.);
  • i prodotti ammessi in agricoltura biologica ai sensi dei Regolamenti CE 834/2007, CE 889/2008, UE n. 354/2014 e UE n.673/2016.

Si precisa che le aziende viticole che non rientrano nel campo applicativo dei provvedimenti sopra evidenziati, possono utilizzare anche altri insetticidi autorizzati per la lotta alle cicaline della vite.

Prodotti ammessi contro lo scafoideo

Difesa integrata

Limitazioni e note

Buprofezin

 

Etofenprox

Max 1 intervento/anno

Clorpirifos metile

Questi prodotti possono essere utilizzati singolarmente solo 1 volta all'anno (es. se si realizza un solo intervento si può utilizzare Clorpirifos oppure Clorpirifos metile; in caso di due interventi non è possibile ripetere lo stesso fosforganico).

In un anno sulla vite sono impiegabili al massimo 2 fosforganici.

Thiametoxam

Massimo 1 intervento all'anno tra Thiametoxam e Acetamiprid

Acetamiprid

Difesa biologica

Limitazioni e note

Piretrine pure

 

 

??????KAKI

METCALFA. In caso di presenza intervenire con Trebon Up dose 50 ml/hl (p.a. Etofenprox, max 2 tratt./anno, 7 gg. di carenza).

COCCINIGLIE. Ad inizio migrazione neanidi intervenire con Movento 48 SC dose 300 ml/hl e max 4,5 litri/ha (p.a. Spirotetramat, max 2 tratt./anno, 14 gg. di carenza). Il trattamento è ammesso in seguito a deroga concessa a livello territoriale dal Servizio Fitosanitario Regione Emilia Romagna a seguito dell'autorizzazione per uso eccezionale dal 16/05/2017 al 12/09/2017 rilasciata dal Ministero della Salute.

 

??NOCE DA FRUTTO

BATTERIOSI. In questa fase trattare solo in previsione di piogge con Poltiglia Disperss dose 300-350 g/hl (p.a. Rame solfato, max 6 kg di sostanza attiva rame/ha/anno) con azione anche su ANTRACNOSI.

CARPOCAPSA. Dove si raggiunge la soglia di 2 adulti per trappola/settimana intervenire dopo 4-5 giorni con Affirm dose 300 g/hl e max 4 kg/ha (p.a. Emamectina, max 2 tratt./anno) oppure con Laser o Spintor dose 30 ml/hl (p.a. Spinosad, max 3 tratt./anno) oppure con Calypso dose 25 ml/hl e max 375 ml/ha (p.a. Thiacloprid, max 2 tratt./anno) efficace anche nei confronti degli AFIDI.

 

??????ACTINIDIA

METCALFA. In caso di presenza intervenire con Trebon Up dose 50 ml/hl (p.a. Etofenprox, max 2 tratt./anno, 7 gg. di carenza). Su G3 è necessaria l'autorizzazione del proprio tecnico di riferimento.

EULIA. È in atto il volo degli adulti della seconda generazione. Trattare al superamento del 5% di germogli colpiti oppure dopo il superamento della soglia cumulativa di 50 adulti per trappola da inizio volo con CoStar WG dose 100 g/hl e 1 kg/ha.

 

??IRRIGAZIONE

Di seguito riportiamo i volumi indicativi per questo periodo.

SPECIE

Q.LI/HA DI ACQUA DA APPORTARE PER GIORNO

Actinidia - Ciliegio

300-380

Albicocco - Susino - Pesco - Melo - Pero

260-330

Kaki

200-260

Vite

150-200

Si consiglia di frazionare gli interventi. Nelle giornate con clima asciutto e ventilato aumentare i quantitativi del 15-20%.

 

??CIPOLLA

DISERBO. In post-emergenza utilizzare Geodis dose 0,25-0,5 kg/ha (p.a. Bromoxynil, utilizzabile dalla 2ª foglia, max 2,25 kg/ha all'anno). In presenza di Stoppione e/o Ammi Majus è possibile intervenire con Lontrel 75 G dose 160 g/ha (p.a. Clopyralid) dalla 2ª foglia vera. Con infestanti graminacee intervenire con Agil dose 1,2 litri/ha (p.a. Propaquizafop) oppure Stratos Ultra dose 3 litri/ha (p.a. Cycloxydim).

PERONOSPORA. Con cipolla allo stadio di 4-6 foglie vere e in previsione di piogge intervenire con Ossiclor 30 dose 4-5 kg/ha (p.a. Ossicloruro di Rame) o con Ridomil Gold R WG dose 5 kg/ha (p.a. Metalaxyl + Rame, max 3 tratt./anno) o con Cabrio Duo dose 2-2,5 litri/ha (p.a. Pyraclostrobin + Dimetomorf, max 3 tratt/anno).

BOTRITE. Ai primi sintomi intervenire con Switch dose 80-100 g/hl (p.a. Cyprodinil + Fludioxonil, max 2 tratt./anno) o Signum dose 150 g/hl (p.a. Pyraclostobyn + Boscalid, max 2 tratt./anno). N.B. Per questa avversità sono consentiti al massimo 3 interventi all'anno.

 

PATATA

PERONOSPORA. Intervenire da chiusura dell'interfila, in previsione di pioggia, con Nando Maxi o Banjo dose 0,4 litri/ha (p.a. Fluazinam) o con Cabrio Duo dose 2,5 litri/ha (p.a. Pyraclostrobin + Dimetomorf, max 3 tratt./anno, 3 gg. di carenza) o con Ridomil Gold R WG dose 5 kg/ha (p.a. Metalaxyl + Rame ossicloruro, max 3 tratt./anno).

DISERBO DI POST-EMERGENZA. In presenza di specifiche infestazioni di Giavone, Setaria ed altre graminacee intervenire con Agil dose 1 litro/ha (p.a. Propaquizafop) o con Stratos Ultra dose 2,5 litri/ha (p.a. Cycloxydim).

ALTERNARIA. In caso di infezioni intervenire con Score 25 EC dose 0,4-0,5 litri/ha (p.a. Difenconazolo).

DORIFORA. In caso di infestazione generalizzata intervenire con Coragen dose 50-60 ml/hl (p.a. Clorantraniliprole, max 2 tratt./anno) o Alverde dose 25 ml/hl (p.a. Metaflumizone, max 2 tratt./anno).

 

??POMODORO

DISERBO DI POST-EMERGENZA O POST-TRAPIANTO. Intervenire alla prima presenza di infestanti con Executive dose 50-60 g/ha (p.a. Rimsulfuron, max totale 110 g/ha) più bagnante Codacide più Feinzin 70 DF dose 0,05-0,25 kg/ha (p.a. Metribuzin, dosi crescenti in funzione del pomodoro e delle infestanti); ripetere dopo 8-10 giorni. In presenza di graminacee intervenire con Stratos Ultra dose 3 litri/ha (p.a. Ciclossidim) o Agil dose 1,2 litro/ha (p.a. Propaquizafop).

BATTERIOSI. Negli impianti più sviluppati intervenire con Bion 50 WG dose 25-50 g/ha (p.a. Acibenzolar S-metile, max 4 tratt./anno) o con Poltiglia Bordolese Disperss dose 700 g/hl (p.a. Rame solfato) o con Ossiclor 30 dose 500 g/hl (p.a. Rame ossicloruro), entrambi con efficacia collaterale anche per PERONOSPORA.

PERONOSPORA. Con vegetazione recettiva, intervenire in previsione di pioggia con Ridomil Gold R WG dose 500 g/hl e 5 kg/ha (p.a. Metalaxil M + Rame ossicloruro, max 3 tratt./anno) oppure con Forum R dose 350 g/hl (p.a. Dimetomorf + Rame ossicloruro, max 4 tratt./anno tra Dimetomorf e Mandipropamide) oppure con Enervin Duo dose 0,8 litri/ha (p.a. Ametoctradin + Dimetomorf, max 3 tratt./anno) oppure con Curzate R WG dose 300 g/hl e 3 kg/ha (p.a. Cimoxanyl + Rame ossicloruro, max 3 tratt/anno).

  

 

Scaricare il documento allegato per visualizzare una versione stampabile.


File/Nota Tecnica/nota tecnica 16 giugno 2017.pdf
Scarica allegato


Le società del gruppo

Valid XHTML 1.0 Strict Valid CSS! RSS Evoluzioni Web